Rassegna Stampa

Siddi, la ricetta di "Pasta e bo" Viaggio dentro i sapori dell'Isola

05 giugno 2013

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Domenica prossima è in programma "Pasta e bo", manifestazione dedicata alle eccellenze del grano duro coltivato nell'Isola.

Laboratori, dibattiti e degustazioni, nel segno di ricette e specialità gastronomiche a base di pasta artigianale prodotta esclusivamente con grano sardo. Domenica 9 giugno a Siddi è in programma "Pasta e bo", un piccolo mondo di eccellenze popolato da un gruppo di produttori che da anni mantengono in vita la tradizione attraverso procedimenti e ingredienti naturali tramandati nel corso degli anni. Ambizioso è l'obiettivo: creare una filiera riconosciuta del grano duro coltivato e trasformato in Sardegna. "Un'eccellenza che resiste alla crisi e alla globalizzazione dell'agroalimentare", spiega Roberto Petza, chef che assieme alla Fondazione Accademia Casa Puddu, in collaborazione con il Comune di Siddi e il Gal Marmilla, organizzano la manifestazione.

E' fitto il calendario di iniziative tra degustazioni, cooking show, approfondimenti, dibattiti e laboratori per bambini. Alla kermesse partecipano dieci cantine in rappresentanza dei diversi territori dell'Isola. 'Pasta e bo', precede il 'Siddi Wine Festival', in programma a settembre e che dopo il grande successo dello scorso anno si amplia da una a due intense giornate di degustazioni e assaggi di prodotti locali. "Il grano duro è una delle materie prime che fanno parte della grande tradizione della nostra isola - commenta ancora Petza - Attraverso la pasta della Sardegna abbiamo l'occasione di incoraggiare e sostenere una particolare valorizzazione del territorio che permetta di riappropriarsi della propria identità".

pda

Fotogallery

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris