Rassegna Stampa

Sino in Lapponia con i giochi della tradizione

17 febbraio 2013

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

VILLAMAR. Viaggio premio

Hanno immaginato la storia di quattro ragazzi che in una piccola casa del centro storico hanno scoperto il fascino dei giochi tradizionali. Un racconto che hanno messo su carta. E che fra due mesi permetterà loro di volare direttamente in Lapponia. Gli studenti della seconda A delle medie di Villamar, guidati dalla docente Stefania Garau, si sono classificati secondi nel concorso “La terrà: identità culturale e rurale. Donatori di storie a chilometro zero” promosso dal Gal Marmilla nell'ambito del progetto di cooperazione transazionale “Giovani e sviluppo rurale”.

Storie a chilometri zero per valorizzare le tradizioni locali dei paesi nei quali vivono gli stessi alunni. Gli adolescenti di Villamar hanno intitolato il racconto “Zero legna, chilometri di parole”. Alcuni ragazzi si ritrovano in una casa del centro storico per giocare con la play station. Cercano della legna per riscaldarsi. Ed improvvisamente tronchi e frasche si accendono da soli quando loro iniziano a parlare dei giochi del passato: la vittoria della tradizione sulla modernità.

La classe di Villamar e gli alunni di Genoni, primi classificati, ad aprile faranno un viaggio in Lapponia. La loro esperienza e la loro storia saranno raccontati in un cortometraggio che gli stessi studenti villamaresi presenteranno dopo qualche mese in un altro appuntamento internazionale in Francia.

Antonio Pintori

pda

Fotogallery

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris