EVENTI

33 x 366

10 aprile 2017

Testo pù grandeTesto più piccoloprint

Condividi su:

   
 
 

Gabriella Mura & Gianni Sanna, Biblioteca Gramsciana organizzano per Sabato 15 di Aprile il 31° appuntamento di 33 x 366. L'appuntamento si svolgerà presso il Podere dimostrativo, parco Asusa Via Matta Baroi - Isili 
Programma:
ore 16 / 21: Apertura al pubblico di Gabriella Mura e Gianni Sanna presso il Podere dimostrativo, parco Asusa Via Matta Baroi - Isili con mostra e performance degli artisti.
ore 18,30: " Dal Piano d'uso collettivo di Giò Pomodoro al Gramsci's Monument ". Relazione di Pier Giorgio Serra.

GABRIELLA MURA 
Gabriella Mura nata a Barumini il 23-06-1960 figlia di falegname di mestiere e pittore per passione,consegue il diploma di ragioneria e frequenta due anni di Università, facoltà di G
iurisprudenza ma abbandona per dedicarsi a tempo pieno all'attività di fotografa. Appassionata di storia della fotografia in Sardegna ha collaborato con Gianni Sanna alla realizzazione di diverse mostre fotografiche . Ha partecipato alle precedenti edizioni dedicate a Gramsci,"un piatto per Gramsci" e un Gagliardetto per Gramsci. 

GIANNI SANNA
Gianni Sanna nato a Charleroi in Belgio il 05-08-1956, figlio di minatore, frequenta l'Universitè du travail a Charleroi, nel 1971 si trasferisce con la famiglia in Sardegna, consegue il diploma di perito meccanico e frequenta l'Università a Sassari nella facoltà di agraria ma abbandona presto gli studi per seguire la sua passione di fotografo. Nel1983 con Gabriella danno vita a uno studio fotografico e nell'arco di trentanni realizzano diverse mostre fotografiche prevalentemente sulla cultura e tradizioni della Sardegna, Hanno collaborato con varie associazioni tra le quali la LIPU e il WWF . Appassionato di ferrovie e di modellismo ferroviario ha realizzato una mostra "Viaggiando per rotaie" la quale è stato ospitata in diversi comuni della Sardegna e tutt'ora è allestita presso il Comune di Isili.

PIERGIORGIO SERRA
Giorgio Serra. Nasce ad Ales il 19 ottobre 1959. Dopo gli studi tecnici si laurea, nel 1986, in lettere moderne all'Università degli studi di Cagliari seguito dal Professore Salvatore Naitza, con una tesi in storia dell'arte contemporanea dal titolo “La scultura di Gio Pomodoro, nell'orizzonte italiano e nel Piano d'uso colletivo A. Gramsci di Ales”. Da studente inizia la sua collaborazione con il quotidiano La Nuova Sardegna che continua fino al 1990. Nel 1986 inizia il suo lavoro di Docente di Lettere nelle scuole della provincia di Oristano e Cagliari. Ha svolto il compito di segretario del Premio letterario Antonio Gramsci dal 1998 al 2015 curando sei edizioni dell'Antologia dello stesso Premio. Suoi articoli sul pensiero gramsciano e sulla sua diffusione in Sardegna, in Italia e nel mondo sono contenuti in vari volumi, tra i quali “Il pensiero permanente”, “Gramsci in Asia e in Africa”, “Il soldino dell'anima. Antonio Pigliaru interroga Antonio Gramsci”, “Identità e universalità”. Attualmente insegna Lettere nell'Istituto comprensivo “Gaetano Cima” di Guasila e collabora con l'Istituto Gramsci della Sardegna e con l'Associazione casa natale Antonio Gramsci di Ales.

L'INIZIATIVA
La Biblioteca gramsciana organizza con la collaborazione di 33 artisti un nuova iniziativa intitolata 33x366. 33 artisti in un anno ospitano Gramsci. 33 perchè sono i quaderni del carcere di gramsci e 366 i giorni dal 27 aprile 2016 al 27 aprile 2017 (80° anniversario della morte di Gramsci). I 33 artisti aprono il loro studio dove espongono le loro opere durante il giorno e la sera un relatore a chiusura tratterà un argomento gramsciano, vita, filosofia, etc. etc. Ovviamente l'artista durante il giorno lavorerà su una opera a carattere gramsciano. Pubblichiamo il programma con il nome degli artisti e le date corrispondenti. Per info 3493946245

pda

Fotogallery

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris

Parte Montis: Gonnostramatza - Masullas - Mogoro - Pompu - Siris